Suggerimenti per la consulenza per ipoacusia non trattata

Limita i danni all’udito e preservalo in buono stato

Si stima che oltre il 30% dei casi di meningite causi un certo grado di perdita dell’udito - scopri di più sulla prevenzione della perdita dell’udito!La capacità di sentire è una sensazione che molti di noi danno per scontata. Durante le nostre vite, sottoponiamo le nostre orecchie a suoni forti - musica, utensili elettrici, tosaerba, viaggi in aereo - senza usare protezioni per le orecchie. Purtroppo, questo può causare la perdita dell’udito. Inoltre, il processo naturale di invecchiamento provoca generalmente una perdita dell'udito. Persino certe malattie e farmaci possono influire negativamente sul nostro udito. Sfortunatamente, la perdita dell’udito che si verifica per tali cause è permanente.
La buona notizia è che, anche se hai già un piccolo deficit uditivo, non è mai troppo tardi per conservare l’udito per gli anni a venire. La prima cosa che puoi fare è proteggere le tue orecchie in ambienti rumorosi. Evita l'uso di tamponi di cotone per pulire le orecchie. Inoltre, è prioritario sottoporsi ad uno screening di base dell’udito per controllare se l’ipoacusia si è già verificata.

Se viene riscontrata l’ipoacusia durante la valutazione dell’udito, potrebbe essere dovuto ad un eccesso di cerume o a un’infezione. Questo tipo di ipoacusia è reversibile. Se la perdita della capacità uditiva deriva dall'esposizione cronica al rumore assordante, invecchiamento, o alcune malattie e farmaci, gli apparecchi acustici sono il modo migliore per conservare il tuo udito in buono stato.

La grande novità degli apparecchi acustici di oggi è quanto essi siano piccoli e facili da indossare. I moderni apparecchi acustici digitali utilizzano una minuscola tecnologia per il microprocessore, rendendoli praticamente invisibili quando indossati. Gli apparecchi acustici possono aiutare in quasi tutti i gradi di perdita dell’udito, da pochissimo a molto. Stimolando il cervello con un suono che altrimenti non potrebbe raggiungerlo, gli apparecchi acustici aiutano a mantenerlo attivo, riducendo il rischio di malattie cognitive, come la demenza.

 

 

Se sospetti di avere una perdita uditiva, non ignorarla. Trascurare un’ipoacusia può avere un effetto valanga, facendola aumentare più velocemente del necessario.

Ecco 10 modi in cui puoi limitare i danni all’udito e preservarlo in buone condizioni:

  • Interrogati se riesci a cogliere i livelli sonori dei rumori nel tuo ambiente.
  • Raccogli informazioni sui diversi tipi di apparecchi acustici presenti oggi sul mercato.
  • Metti una distanza fisica tra te e il rumore quando è presente Se possibile, posizionati in un angolo rispetto al rumore, non direttamente di fronte ad esso.
  • Fai delle pause quando sei esposto al rumore.
  • Durante l’ascolto di musica tramite cuffie o auricolari, mantieni il volume ad un livello basso-medio.
  • Riconosci i segnali di ipoacusia e misurati con loro.
  • Pianifica una valutazione di base dell’udito.  La perdita dell’udito è in aumento tra i baby boomer e i giovani. Non è mai troppo presto per controllare l’udito, ma non aspettare oltre i 50 anni.
  • Fai valutare il tuo udito da un professionista autorizzato.
  • In caso di ipoacusia causata da una condizione reversibile, adotta le misure necessarie per correggerla.
  • Se ti viene diagnosticata un’ipoacusia permanente, scegli un apparecchio acustico per rallentarla e preservare un buon udito.

Fai il primo passo verso un udito migliore

L’ipoacusia è un problema di salute che potrebbe richiedere cure mediche, quindi è importante non ignorarlo. Se sospetti di avere o ti è stata diagnosticata l’ipoacusia, accettare la perdita d'udito e agire in anticipo può migliorare notevolmente la qualità della tua vita. Pianifica al più presto una valutazione dell’udito gratuita con il più vicino audioprotesista Beltone.
Richiedi un appuntamento
Audioprotesista Beltone

Articoli Correlati

Domande comuni sull’ipoacusia

Abbiamo raccolto e risposto alle principali domande sulla perdita dell’udito.
Leggi le domande frequenti