Come funzionano gli apparecchi acustici digitali?

Gli apparecchi acustici digitali trasformano le onde sonore che arrivano al loro microfono in numeri binari digitali (0 e 1).

Grazie al digitale, il chip per l'elaborazione del segnale integrato nell'apparecchio riesce a trattare le informazioni in molti modi sofisticati. La riduzione del rumore, il controllo del feedback, il cambio automatico dei programmi d'ascolto e l'invio in streaming dei suoni digitali sono solo alcune delle funzioni che questi apparecchi acustici piccolissimi, quasi invisibili, riescono a offrire grazie alla tecnologia digitale. Una volta completata l'elaborazione del segnale, il segnale digitale viene riconvertito in segnale analogico che viene inviato al parlante, e udito dall'utente dell'apparecchio.

Alcune informazioni sugli apparecchi acustici digitali 

Le continue innovazioni tecnologiche non interessano solo il settore dei computer e dei telefoni cellulari, ma anche quello degli apparecchi acustici. Prima del 1987, gli apparecchi acustici sfruttavano la tecnologia analogica. Già negli anni '90, la maggior parte dei produttori di apparecchi acustici erano in grado di offrire strumenti digitali. Oggi, la tecnologia acustica analogica è perlopiù obsoleta.

La tecnologia digitale ha rappresentato un grande passo avanti nel settore degli apparecchi acustici. Ad esempio, gli apparecchi acustici digitali odierni offrono più programmi d'ascolto. I diversi programmi acustici sono utili in una grande varietà di situazioni d'ascolto, ad esempio in presenza di rumore di fondo, quando si ascolta musica o si parla al telefono. Ma, ciò che è ancora più straordinario, gli apparecchi acustici digitali cambiano automaticamente programma d'ascolto quando l'utente passa da un ambiente all'altro.

Trova il centro Beltone più vicino a te

Molti sono i vantaggi dell'elaborazione del segnale digitale. Chiedi al tuo audioprotesista le caratteristiche che soddisfano le tue specifiche esigenze uditive. 
Richiedi un appuntamento