Proteggi il tuo udito

L’udito è un dono prezioso. Prendersi cura delle proprie orecchie e proteggere l'udito è un compito facile ma a lungo termine che può aiutare a ridurre al minimo le possibilità di sviluppare la perdita dell'udito. 

Suggerimenti per proteggere l'udito

 

Indossare tappi per le orecchie ogni volta che l’ambiente circostante è talmente rumoroso che è necessario alzare la voce per essere ascoltati
Non importa quale sia la fonte dei suoni forti: musica, macchinari, conversazioni o altri ambienti rumorosi.  Rumori estremamente forti possono causare danni permanenti alle minuscole cellule ciliate all'interno della coclea. Anche un rumore moderatamente forte per un periodo di tempo può essere dannoso. I tappi per le orecchie possono ridurre i suoni da 15 a 35 decibel.

 

Abbassa il volume
Non ascoltare mai musica ad alto volume. Se il volume è difficile da ascoltare, probabilmente è già troppo alto. Se riesci a sentire la musica proveniente dalle cuffie o dagli auricolari di qualcuno, probabilmente è troppo rumoroso. Se sei a un concerto, prova a stare lontano dagli altoparlanti o ad indossare i tappi per le orecchie. Non bloccheranno la musica ma ridurranno i decibel, rendendo più sicuro l'ascolto.

 
Scegli cuffie con cancellazione del rumore negli auricolari
Quando si usano cuffie con cancellazione del rumore, non è necessario alzare il volume per bloccare il rumore di fondo. Il suono entra nel condotto uditivo in modo più naturale e dispersivo, meno dannoso per le orecchie. 

 

Usa la regola 60/60
L'audio a 85 dB o inferiore è considerato sicuro, ma la maggior parte degli auricolari o delle cuffie può produrre suoni fino a 120 dB. Anche un’esposizione di 15 minuti a un suono forte può provocare danni permanenti alle orecchie. Quando ascolti musica, usa la regola 60/60: tieni il volume al massimo al 60 percento e ascolta la musica per non più di 60 minuti alla volta.

 
Abbassa la musica quando sei in macchina
Quando ascoltiamo una delle nostre canzoni preferite, la prima cosa che facciamo è alzare il volume. Gli altoparlanti della macchina possono essere molto potenti al giorno d’oggi e possono amplificare il suono enormemente. Quando sei in macchina in un ambiente chiuso, ricorda di mantenere il volume basso. 

 

Dì no ai tamponi di cotone
Se usi dei tamponi di cotone per pulire le orecchie, smetti immediatamente. Un tampone di cotone può spingere la cera più lontano, e si potrebbe anche danneggiare il timpano. 

 

 Lascia riposare le tue orecchie
Se sei stato esposto a musica ad alto volume, dai alle orecchie il tempo di riprendersi. Infatti, gli studi dimostrano che le orecchie necessitano di circa 16 ore di riposo dopo essere state esposte a diverse ore di suono a 100 dB o superiore, ad esempio in un concerto. Ridurre questo tempo di recupero può aumentare il rischio di danni permanenti alle orecchie. 

 

Quando si considera forte?

Il suono è misurato in decibel. I livelli di decibel iniziano a zero, paragonabili ai suoni delle foglie in movimento. Un sussurro è di 30 decibel e una normale conversazione è di circa 60 decibel. Tuttavia, poiché i decibel usano una scala logaritmica, una crescita incrementale dei decibel produce un enorme aumento di volume: un aumento di 10 decibel significa che un suono è 10 volte più potente. Gli studi dimostrano che un'esposizione prolungata a suoni pari o superiori a 85 dB può danneggiare l'udito. Più forte è il suono, più breve è la quantità di tempo necessario per la possibile perdita dell'udito. Ad esempio, i petardi possono raggiungere i 150 decibel e causare danni all'udito molto più rapidamente rispetto all'esposizione a un tosaerba a 90 decibel.

Articoli Correlati

Gli auricolari causano ipoacusia?

I piccoli auricolari rappresentano un grosso problema per l'udito.
Scopri di più

Suggerimenti per proteggere il tuo udito

L’udito è un dono prezioso. Prendersi cura delle proprie orecchie e proteggere l’udito è un compito facile ma a lungo termine che può aiutare a ridurre al minimo le possibilità di sviluppare l’ipoacusia.
Guarda i nostri suggerimenti